it-swarm.dev

Connettività di Google Server PuTTY 'Disconnected: nessun metodo di autenticazione supportato disponibile (server inviato: publickey)

Sto provando a collegarmi al mio server Debian Google Compute Engine tramite PuTTY (ho provato anche altre alternative), ma quando lo faccio ho ricevuto l'errore "Disconnected: nessun metodo di autenticazione supportato disponibile (server inviato: publickey)

Il server di Google è venuto senza un nome utente e una password, solo un URL per accedere automaticamente al proprio terminale.

58
user3050859

Ho fatto funzionare PuTTY e poi un giorno ho ricevuto questo errore. 

Soluzione : Ho rivisto il nome del percorso della cartella contenente i miei certificati (chiavi private), e questo ha causato una perdita di traccia dei certificati da parte del Pageant e quindi era vuoto. 

Una volta che ho reinstallato il certificato in Pageant, allora PuTTY ha iniziato a funzionare di nuovo.

24
Elliptical view

Attiva l'autenticazione della password

Per impostazione predefinita, devi usare le chiavi per ssh nel tuo motore di calcolo google, ma puoi attivare l'autenticazione con passwordse non hai bisogno di quel livello di sicurezza.

Suggerimento: Utilizzare l'opzione Apri nella finestra del browser SSH dalla console cloud per accedere alla macchina. Quindi passare all'utente root con Sudo su - root per apportare le modifiche di configurazione di seguito.

enter image description here

  1. Modifica il file /etc/ssh/sshd_config.
  2. Cambia PasswordAuthentication e ChallengeResponseAuthentication in yes.
  3. Riavvia ssh /etc/init.d/ssh restart.
17
Nate

È necessario utilizzare una chiave SSH per accedere all'istanza.

La documentazione GCE spiega il processo qui .

8
Thomas Orozco

Si prega di seguire questa guida: https://Gist.github.com/feczo/7282a6e00181fde4281b Con le immagini.

In breve:

Usando Puttygen, fai clic su "Genera", sposta il mouse come indicato e aspetta

  • Inserisci il tuo nome utente desiderato

  • Inserisci la tua password

  • Salva la chiave privata

Copia l'intero contenuto della 'Chiave pubblica per incollare nel file authorized_keys di OpenSSH' window. Assicurati di copiare ogni singolo personaggio dall'inizio alla fine!

Vai alla pagina Crea istanze nella Console di Google Cloud Platform e nel link delle opzioni avanzate incolla il contenuto della tua chiave pubblica.

Annota l'indirizzo IP dell'istanza una volta completata. Apri PuTTY, dal menu a sinistra vai su Connection/SSH/Auth e definisci il percorso del file chiave che è stato salvato.

Dal menu a sinistra vai su Connessione/Dati e definisci lo stesso nome utente

  • Inserisci l'indirizzo IP della tua istanza
  • nominare la connessione sotto Sessioni salvate come "GCE" fare clic su "Salva" 
  • fai doppio clic sulla voce "GCE" appena creata
  • accetta l'identità dell'host 

Ora accedi con la password che hai specificato in precedenza ed esegui Sudo su - e sei tutto pronto.

5
Feczo

Ho avuto lo stesso problema e l'ho appena capito !!

Supponendo che tu sia già andato e creato una chiave privata/pubblica, hai aggiunto la tua chiave pubblica sul server remoto ... digita nomeutente@remotehost.com e POI vai a Connessione -> SSH -> Aut. E fai clic su Sfoglia per individuare la tua chiave privata. Dopo averlo scelto, popolerà il campo di input. Dopo di ciò, clicca APRI ... 

Quindi la cosa importante qui è l'ordine ... assicurati di inserire prima i parametri per l'Host e poi individuare la tua chiave privata.

4
shabany

Ho ricevuto questo errore perché mi ero dimenticato di aggiungere il mio nome utente dietro la chiave nella sezione dei metadati GCE. Ad esempio, si intende aggiungere una voce nella sezione dei metadati che assomiglia a questo:

sshKeys    username:key

Ho dimenticato la parte username: e quindi quando ho provato ad accedere con quel nome utente, ho ricevuto l'errore dei metodi di autenticazione non supportati.

Oppure, per spegnere completamente il requisito della chiave ssh, controlla la mia altra risposta .

2
Nate

Apparentemente l'esecuzione di Sudo chmod -R a+rw nella tua cartella home fa sì che ciò avvenga.

2
futilerebel

Scarica "PuttyGEN" ottieni publickey e privatekey Usa gcloud SSH modifica e incolla il tuo publickey situato in /home/USER/.ssh/authorized_keys

Sudo vim ~/.ssh/authorized_keys

Toccare il tasto i per incollare publicKEY . Per salvare, toccare Esc,:, w, q, Invio . Modificare il file/etc/ssh/sshd_config.

Sudo vim /etc/ssh/sshd_config

Modificare 

PasswordAuthentication no [...] ChallengeResponseAuthentication to no . [...] UsePAM no [...] Riavvia ssh 

/etc/init.d/ssh restart.

il resto configura il tuo PuTTY come tutorial NB: scegli le chiavi di addizione dello spettacolo e inizia la sessione sarebbe meglio

1
Dongdong Ling

Se la chiave privata è stata generata con ssh-keygen in Linux, deve essere convertita con puttygen perché PuTTY non supporta le chiavi openssh.

Avviare puttygen e fare clic su Conversioni - Chiave di importazione, quindi fare clic su Sfoglia e selezionare la chiave privata generata con openssh, quindi fare clic su Salva chiave privata.

Usa la tua nuova chiave per connetterti.

1
Antonio Ulloa

L'elettricità è andato giù e ha ottenuto questo errore. La soluzione era di fare doppio clic sul tuo .ppk (chiave privata PuTTY) e inserire la password.

1
geranimo

Questo problema causato principalmente dal tuo nome utente collegato non ha accesso a Shell in GCE. Quindi tu usi i seguenti passi per risolvere questo problema.

gcloud auth list

Se stai utilizzando il login corretto. si prega di seguire i passaggi di seguito. altrimenti usare 

gcloud auth revoke --all
gcloud auth login [your-iam-user]

e ottieni il token o rileva automaticamente il token.

gcloud compute --project "{projectid}" ssh --zone "{zone_name}" "{instance_name}" .

se non sai questa riga sopra clicca su compute engine-> ssh dropdown arrow-> view google command-> copy quel codice e usalo

Ora aggiorna i tuoi metadati ed è disponibile nella cartella del tuo computer Users->username

~/.ssh/google_compute_engine.ppk
~/.ssh/google_compute_engine.pub

Quindi crei un nuovo file ppk usando puttygen e tu dai il nome utente, che vuoi come my_work_space. Thensave la chiave pubblica e la chiave privata in una cartella.

Passaggio successivo: copia i dati della chiave pubblica da puttygen e crea una nuova chiave ssh nei metadati di gcloud

cloud console ->compute engine->metadata->ssh key->add new item->paste the key and save it

e ora restituire lo strumento della riga di comando Shell quindi immettere

Sudo chown -R my_work_space /home/my_work_space

ora connetti questa chiave privata usando sftp ovunque. e apre i file senza mostrare gli errori di autorizzazione

:) happy hour. 

1

Per me questo era il mio problema, soluzione da https://unix.stackexchange.com/questions/282908/server-refused-public-key-signature-decite-accepting-key-PuTTY

"Guardando il log/var/log/secure ho mostrato che è stato completamente rifiutato, sono un po 'nuovo al centos poiché sono principalmente un tipo debian, quindi non ero a conoscenza di/var/log/secure

Dopo aver controllato questo e fatto un po 'di ricerche, risulta che PermitRootLogin non ha bisogno di essere PermitRootLogin senza-password se si desidera utilizzare in modo specifico solo i tasti per il login di root. Questo ha fatto il trucco. Grazie a tutti per aver contribuito. "

0
William

Problema simile - stesso messaggio di errore. Ho ricevuto lo stesso messaggio quando provavo a clonare qualcosa da bitbucket con ssh. Il problema era nella mia configurazione ssh configurata in Mercurial.ini: ho usato il nome utente errato di bitbucket. Dopo aver corretto il nome utente, le cose funzionavano.

0
Nina

Ho affrontato lo stesso problema e ho risolto dopo diversi tentativi ed errori . In/etc/ssh/ssh_config, set

  • PubkeyAuthentication sì

  • AuthorizedKeysFile .ssh/authorized_keys

  • PasswordAuthentication no

  • AuthenticationMethods publickey

quindi, apri PuTTY . Nelle "Sessioni salvate", inserisci l'IP del server, passa attraverso il percorso Connection-> SSH-> Auth-> Browse sul pannello di sinistra per cercare la tua chiave privata e aprirla . Ultimo ma non meno importante, torna alla Sessione di PuTTY nel pannello di sinistra e puoi vedere che l'indirizzo IP del server è ancora nel campo, "Sessioni salvate", quindi fai clic su "Salva", che è il passo critico . consentirà all'utente di effettuare il login senza password . Divertiti,

0
codexplorer

PasswordAuthentication e ChallengeResponseAuthentication sono impostate su NO in rhel7. 

Cambiali su NO e riavvia sshd.

0
user2427719

Ho avuto lo stesso problema ma ho funzionato cambiando enable-oslogin da TRUE a FALSE in google cloud.

a partire dal:  

a:  enter image description here

0
Sgedda